Landscape

Architecture

Bureau

 

LA PIAZZA NEL PARCO

Rigenerazione Paesaggistica

e Urbana

 

Concorso di idee - 3° PREMIO

 

Localizzazione: Rivergaro, (PC) Italia

Data: 2012

Capogruppo: Arch. C. Locardi

Coprogettisti: Arch. C.Borghini, arch. M.Civardi,

Ing. C. Burgazzi, Ing. Amb. F. Losi

Collaboratori: G. Ardesio, V. Caprino

Je Dacortona, Artista

Ente Banditore: Comune di Rivergaro

 

- - - - - - - - - - - -

 

LA PIAZZA NEL PARCO

Landscape and Urban regeneration

 

Competition - 3rd PRIZE WINNER

 

Place: Rivergaro, (PC) Italy

Date: 2012

Team leader: Arch. C. Locardii

Coauthors: Arch. C.Borghini, arch. M.Civardi,

Ing. C. Burgazzi, Ing. Amb. F. Losi

Collaborators: G. Ardesio, V. Caprino

Je Dacortona, Artist

Authority:  Municipality of Rivergaro

 

 

Info

 

 

Il sistema Piazza Paolo - Piazza Dante – Lungo Trebbia è un sistema a tre corpi paralleli e interrelati, tradizionalmente vissuti come catalizzatori delle principali attività commerciali e ricreative di Rivergaro. La proposta progettuale evidenzia tale vocazione, oggi latente nella forma oggettiva e nella percezione degli utenti, promuovendo un dialogo attivo tra i tre spazi urbani, nevralgico per lo sviluppo e il futuro dell’intero paese.

L’intervento configura tre diversi ambiti spaziali, Lungo Trebbia, Piazza Dante e Piazza Paolo, micropaesaggi urbani, collegati da un sistema di coni visuali e da un uso coerente di materiali di pavimentazione (pietra di Luserna, ciotoli di fiume, legno, cemento), apparato vegetale (Carex, Typha, Phragmites australis, Cortaderia selloana) e arredo urbano. Un principio flessibilità d’uso degli spazi viene declinato in tutte le aree oggetto di intervento,  interpretando l’opportunità per le piazze Paolo e Dante di accrescere il legame fisico-simbolico con le sponde della Trebbia. I tre luoghi del progetto si configurano dunque come un unico plateau, una piattaforma urbana ad alta efficienza, che incentiva lo sviluppo socio-economico della popolazione residente, ospitando molteplici attività culturali, turistiche e di valorizzazione del territorio in grado di attrarre utenza esterna.

 

Il masterplan adotta una strategia di infiltrazione di nuove dinamiche e usi all’interno del tessuto edilizio consolidato: pur confermando l’assetto proprio dello spazio pubblico ‘all’italiana’ (gerarchie spaziali, riconoscibilità, centralità), introduce indirizzi legati ad un rinnovato rapporto tra fiume e città. Il progetto è concepito come dispositivo multiscalare e multidimensionale, che si incarica di accordare la scala del paesaggio (macro) con quella urbana (meso-micro), la dimensione del passato e quella della contemporaneità, proiettandole entrambe verso il futuro.

Gli ambiti di intervento, veri e propri paesaggi ecotonali, stretti tra il centro di Rivergaro e le sponde della Trebbia, si propongono di divenire spazi pubblici di nuova concezione, dove le molteplici dimensioni del paesaggio piacentino confluiscono e si relazionano, per poi diffondersi all’interno del tessuto edilizio. I luoghi del progetto sono concepiti come un diaframma che recepisce e riverbera i flussi della storia e dell’opera dell’uomo, traducendoli con una sintassi contemporanea, in grado di stabilire una nuova aderenza della comunità sia al luogo specifico che al territorio di riferimento.

Presenza fisica ed iconica, il fiume trascina all’interno del progetto la vegetazione riparia, i materiali da costruzione, la fluidità del disegno delle pavimentazioni. Piazza Paolo, recapito urbano dell’intervento, è pensata per divenire porto, attracco, baia, ansa geometrica della Trebbia: l’acqua, matrice liquida di ogni paesaggio, trasporta nel luogo ed amplifica l’eterogeneità delle tracce di un territorio produttivo, operoso, naturale.

 

 

 

 

 

 

Muse-Themes.com

 © 2013 l-ab.it | Graphic: Giulia Ripa.

Via San Marco 27 - 29121 Piacenza. IT | info@l-ab.it